Bandi, Appalti e Concorsi

Stato civile

Informazioni su documenti di Stato Civile

Certificati, estratti e copie integrali degli atti di : NASCITA, MORTE, MATRIMONIO.
Le certificazioni sopra descritte possono essere richieste all'Ufficio Servizi Demografici del Comune.
Le certificazioni di Stato Civile sono esenti dall'imposta di bollo ai sensi dell'art.7 della Legge 29-12-1990, n.405 e per il loro rilascio non è previsto alcun diritto a carico dell'utente. Le certificazioni hanno normalmente una validità di mesi 6. Trascorso tale termine possono essere comunque esibite ad uffici pubblici qualora l'interessato dichiari in calce al documento che lo stesso non ha subito variazioni.
Hanno invece validità illimitata le certificazioni che non possono subire modifiche (es. certificato di morte).

La legge n. 183/2011, art. 15, comma 1 stabilisce che  “le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. “ Di conseguenza gli uffici comunali non  potranno rilasciare certificazioni  nel caso in cui queste debbano essere consegnate ad altri enti pubblici o a gestori di pubblici servizi. In tal caso i cittadini utilizzeranno l’autocertificazione o la dichiarazione sostitutiva di notorietà.

Si ricorda che le certificazioni anagrafiche  scontano l’imposta di bollo (attualmente di euro 14,62) a meno che siano rilasciate per un numero limitato di casi per i quali è prevista l’esenzione dell’imposta di bollo.

Le certificazioni di stato civile (certificazioni di nascita, matrimonio e morte) sono rilasciate  in carta libera ai sensi dell'art. 7 comma 5 Legge 29/12/1990 n. 405.


Dichiarazione di nascita

nascita Deve essere resa ENTRO 10 GIORNI dalla nascita (conteggiando anche il giorno del parto) da una delle seguenti persone: padre, madre, loro procuratore speciale, medico, ostetrica od altra persona che ha assistito al parto. In caso di genitori non sposati, qualora entrambi intendano riconoscere il figlio, è necessario che la dichiarazione sia resa da entrambi.

Possono essere dichiarate le nascite:
a) avvenute in Pramollo (indipendentemente dal Comune di residenza dei genitori)
b) avvenute in altro Comune, ma da genitori residenti in Pramollo.
Occorre presentarsi muniti di documento di riconoscimento dei genitori (nonché del dichiarante se è una terza persona) e dell' attestazione di nascita rilasciata dal medico o dall'ostetrica presenti al parto.
Se la nascita è avvenuta in un centro di nascita (clinica, ospedale) la dichiarazione può anche essere resa al Direttore Sanitario del centro stesso. In questo caso il termine è di 3 GIORNI dal parto (conteggiando anche il giorno in cui lo stesso si è verificato).

 


Pubblicazioni di matrimonio

È sufficiente presentarsi all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno degli sposi e compilare una autocertificazione dei propri dati (cognome e nome, luogo e data di nascita, stato civile, residenza, cittadinanza). L'ufficio provvederà all'acquisizione dei documenti, certificabili dalla pubblica amministrazione, necessari per la pubblicazione di matrimonio, senza oneri per i nubendi.
I cittadini stranieri devono presentare il "nulla osta al matrimonio" rilasciato dalla competente autorità del Paese di origine (normalmente il Consolato o Ambasciata straniera in Italia). Se il matrimonio seguirà in forma religiosa è necessario comunicarlo all'Ufficiale dello Stato Civile al momento della richiesta di pubblicazione.
La pubblicazione deve aver luogo nei Comuni di residenza degli sposi ed ha validità sei mesi, decorsi i quali senza che abbia avuto luogo il matrimonio, decade da ogni effetto.

Dichiarazione di morte

Deve essere resa all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui è avvenuto il decesso ENTRO 24 ORE da un familiare, un loro delegato, o da persona informata del decesso (normalmente vi provvede un impresario di onoranze funebri).
Se il decesso avviene in ospedale sarà il Direttore Sanitario, o suo delegato, a trasmettere all'Ufficio dello Stato Civile l'avviso della morte.

 

Effettuare esumazione, estumulazione, traslazione, trasporto di salme o resti.

È necessario presentare domanda redatta in carta resa legale (bollo da Euro 10,33)
L'ufficio ha predisposto la modulistica, variabile a seconda dell'operazione che si intende effettuare, e provvederà a prendere contatto con gli altri uffici interessati all'operazione (Ufficio di Igiene e Sanità pubblica, custodi cimitero, ecc.) per definire i dettagli della stessa, nonché a rilasciare le prescritte autorizzazioni, previa verifica dei requisiti necessari.


Regolamento polizia mortuaria PDF

Traduttore automatico

Italian English French

La bussola della Trasparenza

bussola-report

 

Calcolo IMU

calcoloiuc2016

Gallerie Fotografiche

Link utili

Accessibilità

Valid XHTML 1.0 Transitional

 

CSS Valido!

Area Riservata